Chi c’è oggi dietro i render dei progetti di Renzo Piano?

Da pochi giorni è apparsa su Treddi, portale italiano sulla grafica 3D, l'intervista a Dionysios Tsagkaropoulos, responsabile d'immagine nel Renzo Piano Building Workshop di Parigi.
 
 
Abbiamo conosciuto Dionysios al Digital Tech Days di qualche anno fa, quando era titolare della Deltatracing; una società di service impegnata nella realizzazione di  cataloghi digitali di grandi marchi d'arredamento Made in Italy.
 

Ora, forte di un'esperienza mostruosa accumulata negli anni e tentato da sfide più impegnative, Dionysios ha abbandonato la precedente attività e si è unito al gruppo di lavoro di Renzo Piano nel quale si occupa della direzione artistica del reparto immagini di RPBW.

Noi di 3DITA ricordiamo ancora come fosse ieri i suoi illuminanti interventi tenuti durante quegli incontri.

Ricordiamo la qualità del suo lavoro e l'audacia di sperimentare nella produzione reale, soluzioni tecniche di rilievo.

(ndr. Dionysios è stato uno dei pionieri del calcolo delle immagini commerciali con soluzioni GPU-Based).

Consigliamo a tutti gli appassionati d grafica 3D la lettura del suo intervento, con consigli, testimonianze e aneddoti sulla carismatica figura del maestro.

La conversazione infatti offre molti spunti d'interesse riguardo il flusso di lavoro in uno degli studi di progettazione più ambiti del pianeta dai giovani architetti.

Ma fa anche il punto della situazione sulle tecniche e le soluzioni adottate nel RPBW di Parigi per la gestione in contemporanea di più progetti di altissimo profilo.

 
Le lezioni che abbiamo tratto da una delle personalità di maggior rilievo nel campo dell'archviz come Dionysios sono molte.
 
Sono le stesse che cerchiamo di trasmettere nel nostro piccolo a tutti gli allievi dei nostri corsi di grafica 3d, come ad esempio l'approccio rigoroso alla modellazione e il delegare quasi nulla al ritocco con Photoshop.
 

Ma anche la voglia di sperimentare e studiare sempre, senza perdere mai il contatto con il senso delle profondo del progettare che viene necessariamente prima di qualsivoglia immagine.

Infine  il coraggio di cambiare drasticamente prospettiva, quando questo aiuta a portarci a nuovi livelli di consapevolezza nella professione.

 
A Dionysios i nostri migliori auguri per i suoi lavori, a tutti noi altri non ci resta che godere di buoni e delle belle immagini a corredo.