La prossima versione di Vray avrà un’arma in più: arriva Optix di Nvidia!

All'evento Siggraph tenutosi ormai 4 mesi fa, Nvidia ha presentato un algoritmo che permette alle proprie schede grafiche di ridurre il disturbo delle immagini (noise) prodotte dai nostri render.

 

Ebbene, come era auspicabile aspettarsi, il tema di Chaosgroup ha lavorato su questa funzionalità per perfezionare ulteriormente il meccanismo di denoising (cancellazione del rumore dell'immagine) già introdotto nella precedente versione di Vray.

Presto dunque  vedremo questa funzionalità incorporata nella prossima versione del programma.

L'attenzione di Nvidia al mondo del rendering è sempre massima e quindi non c'è da meravigliarsi se vediamo questo aggiornamento tecnologico implementato anche nei motori di rendering emergenti, come ad esempio il promettente REDshift.

Guardate quest'ultimo in azione, e quanto siano strabilianti le prestazioni promesse dalla nuova tecnologia OPTIX creata da NVidia.

 

 Per chi fosse interessato a vedere in azione la tecnologia Optix di Nvidia sulla versione beta del prossimo Vray, ecco un video a riguardo.

Attenzione però, come ripetiamo agli allievi dei nostri corsi 3D, affidare al motore di rendering le sorti estetiche dell'immagine finale non è un approccio corretto.

A maggior ragione con queste ultime versioni di Vray, che escono di fabbrica con impostazioni di default che consentono di ottenere buoni risultati senza "smanettare" granché con i parametri principali.

Questi miglioramenti non fanno che rafforzare quanto appena asserito:
grazie ad essi gli utenti possono sempre più concentrarsi sulla qualità del modello, del texturing e della luce, che sono i veri punti di forza su cui un artista 3D può fare la differenza.

In funzione di ciò, continuiamo a consigliare (ai tanti che ci chiedono  quale sia la migliore configurazione hardware per lavorare in ambito archviz) le soluzioni NVIDIA, proprio per la costante integrazioni hardware (prima con CUDA, adesso Optix e in futuro con chissà qauli altri sviluppi) che migliorano ogni giorno il nostro modo di lavorare.

 

Allora aspettiamo tutti la prossima versione di Vray e le sue novità: manca davvero poco!

 
 
 
 

Ti piacciono articoli come questo?
Supporta con un mi Piace la nostra pagina Facebook.
Aiutaci a crescere per scriverne molti di più e anche postare risorse gratuite utili agli studenti e ai professionisti del 3D.
GRAZIE!