In arrivo 3ds max 2019!

Novità in 3ds Max 2019: creazione e modifica di contenuti più rapidi

 

3ds Max ora supporta le mappe OSL (Open Shading Language), con oltre 100 shader inclusi, dai semplici nodi matematici fino alle texture create proceduralmente complete. È possibile modificare il testo dello shader OSL direttamente nell'editor dei materiali e ottenere aggiornamenti in tempo reale nel viewport e ActiveShade. Gli shader possono essere incorporati in una scena o referenziati esternamente.

 


3ds Max 2019 semplifica la gestione di progetti, flussi di lavoro e collaborazione, con una serie di miglioramenti:

Lo strumento progetti è stato aggiornato per consentire il pieno controllo sulla struttura delle cartelle dei tuoi progetti. Inoltre, ora puoi creare progetti "vuoti" che non hanno strutture di cartelle preassegnate e passare automaticamente da un progetto all'altro quando si apre un file da un progetto diverso.


Ora puoi allegare qualsiasi metadata basato su stringhe a un file di scena 3ds Max e accedervi senza caricarlo in 3ds Max.

 

È anche più facile condividere i dati di Alembic tra 3ds Max e altri strumenti 3D, con supporto per UV, nomi di layer, ID materiali e colore dei vertici.

 

Stiamo anche aggiungendo le funzionalità procedurali del materiale in legno di Fusion 360. Si tratta di un modo altamente personalizzabile di generare trame di legno e include preimpostazioni per una varietà di legni (acero, ciliegio, quercia, pino, frassino, mogano e noce). È possibile definire la finitura della superficie del legno - lucida, semilucida o verniciata - e prendere in considerazione i pori nel legno, lo spessore dell'anello e la velocità di accrescimento.

 

Basato sulla stessa struttura del legno disponibile in Fusion 360, questa funzionalità lavora a stretto contatto con il Materiale fisico, con uscite che possono essere utilizzate direttamente nel materiale come Rugosità e Bump.

 

3ds Max 2019 introduce le operazioni booleane per le spline: ora è possibile creare operazioni booleane parametriche su due o più forme aperte e chiuse. Questo include smusso / raccordi dinamici per transizioni dolci agli angoli. La geometria basata su spline renderizzabili può anche essere limitata con una nuova modalità di capping quad, che può essere piatta o sferica.

 

Stiamo anche introducendo una modalità di editing di scene VR all'interno di 3ds Max interattivo. Puoi modificare i layout delle scene direttamente da una cuffia VR usando i controller VR, con gli aggiornamenti che vengono trasferiti dal vivo a 3ds Max. Puoi utilizzare questo editor per organizzare scene, telecamere e valutare le anteprime della videocamera in VR.

Altro in 3ds Max 2019

Questa versione include oltre 150 correzioni, molte delle quali sono state inviate dalla community di utenti 3ds Max. Grazie ai feedback continui del forum di Autodesk AREA - ogni segnalazione viene presa in seria considerazione per ottenere il meglio da questo software.

 

Le correzioni in questa versione includono:

  •  Correzioni del flusso di lavoro di Civil View
  • Aggiornato tutti i materiali di Civil View per generare materiali fisici agnostici del renderer e il posizionatore New Sun / Sky
  • Come parte del miglioramento del flusso di lavoro di Alembic sono stati risolti alcuni problemi, tra cui la possibilità di salvare su un file già referenziato in 3ds Max.
  • Risolto il problema del ridisegno per l'elenco a discesa Mappa composita - Metodo di fusione
  • Da questa versione, nella maggior parte dei casi, 3ds Max 2019 non ruberà lo stato attivo dal desktop all'avvio.
  • Altre aree di miglioramento includono viewport, fluidi, file I / O, MCG e Spline.

 

Sono state perfezionate alcune funzioni aggiunte in precedenza, tra cui Max Fluids, flussi di lavoro VR in 3ds Max Interactive, Max Batch e Spline Tools.

 

Per un elenco completo delle correzioni, vai alle note sulla versione di 3ds Max 2019.

Cerchi il Corso 3D e rendering giusto per diventare subito un professionista dell'Archviz?

Segui le offerte che abbiamo pensato per te: le trovi tutte nella nostra home page corsi!

Ti aspettiamo!


Come sarà il Frame Buffer nella prossima versione di Vray?

anteprima vray frame buffer 2

 

Gli sviluppatori di Vray presentano il Work in progress delle novità che presto vedremo nella prossima versione del programma.

Il video che segue presenta infatti una versione avanzata del vfb (per i meno esperti il vfb = Vray frame Buffer è la finestra in cui appare il render e nel quale si possono gestire alcune proprietà delle immagini prodotte, prima di salvarle).

Nelle nuova versione sarà una finestra di render con gli steroidi.
Gestirà più immagini contemporaneamente con tante opzioni per il confronto delle immagini.

Inoltre  avrà tante nuove funzionalità per gestire le diverse informazioni del render in fase di compositing senza passare necessariamente per Photoshop.

Nell'attesa, si può provare una soluzione simile e molto interessante (un Vray frame buffer con funzioni aggiuntive), pensata qualche mese fa ormai, da uno sviluppatore esterno.

Si chiama VFB+ 2.8,  da qualche mese è disponibile gratuitamente e compatibile anche con la versione più recente 3ds max.

La potete scaricare partendo da questa pagina:
LINK

e vederla in azione  qui:

Vuoi saperne di più sulle funzioni avanzate dell'attuale frame buffer di Vray?
Iscriviti al nostro canale Youtube e segui la prossima OPENCLASS Gratuita che pubblicheremo la prossima settimana.

Cerchi il Corso 3D e rendering giusto per diventare subito un professionista dell'Archviz?

Segui le offerte che abbiamo pensato per te: le trovi tutte nella nostra home page corsi!

Ti aspettiamo!


21 FREE PNG CUTOUTS VOL.1

21 FREE PNG CUTOUTS VOL.1

Ancora una nuova risorse gratuita per te, da scaricare subito:
una collezione di 21 personaggi già sontornati, subito pronti per i tuoi render.
 
Siamo sicuri che all'interno dei tuoi lavori, ti aiuteranno a dare il giusto accento alla tua comunicazione.


 


La prossima versione di Vray avrà un’arma in più: arriva Optix di Nvidia!

All'evento Siggraph tenutosi ormai 4 mesi fa, Nvidia ha presentato un algoritmo che permette alle proprie schede grafiche di ridurre il disturbo delle immagini (noise) prodotte dai nostri render.

 
Ebbene, come era auspicabile aspettarsi, il tema di Chaosgroup ha lavorato su questa funzionalità per perfezionare ulteriormente il meccanismo di denoising (cancellazione del rumore dell'immagine) già introdotto nella precedente versione di Vray.

Presto dunque  vedremo questa funzionalità incorporata nella prossima versione del programma.

L'attenzione di Nvidia al mondo del rendering è sempre massima e quindi non c'è da meravigliarsi se vediamo questo aggiornamento tecnologico implementato anche nei motori di rendering emergenti, come ad esempio il promettente REDshift.

Guardate quest'ultimo in azione, e quanto siano strabilianti le prestazioni promesse dalla nuova tecnologia OPTIX creata da NVidia.

 

 Per chi fosse interessato a vedere in azione la tecnologia Optix di Nvidia sulla versione beta del prossimo Vray, ecco un video a riguardo.

Attenzione però, come ripetiamo agli allievi dei nostri corsi 3D, affidare al motore di rendering le sorti estetiche dell'immagine finale non è un approccio corretto.

A maggior ragione con queste ultime versioni di Vray, che escono di fabbrica con impostazioni di default che consentono di ottenere buoni risultati senza "smanettare" granché con i parametri principali.

Questi miglioramenti non fanno che rafforzare quanto appena asserito:
grazie ad essi gli utenti possono sempre più concentrarsi sulla qualità del modello, del texturing e della luce, che sono i veri punti di forza su cui un artista 3D può fare la differenza.

In funzione di ciò, continuiamo a consigliare (ai tanti che ci chiedono  quale sia la migliore configurazione hardware per lavorare in ambito archviz) le soluzioni NVIDIA, proprio per la costante integrazioni hardware (prima con CUDA, adesso Optix e in futuro con chissà qauli altri sviluppi) che migliorano ogni giorno il nostro modo di lavorare.

 

Allora aspettiamo tutti la prossima versione di Vray e le sue novità: manca davvero poco!

 
 
 
 

Ti piacciono articoli come questo?
Supporta con un mi Piace la nostra pagina Facebook.
Aiutaci a crescere per scriverne molti di più e anche postare risorse gratuite utili agli studenti e ai professionisti del 3D.
GRAZIE!


Chi c’è dietro i render dei progetti di Renzo Piano? Seconda Parte

Nell'articolo precedente avevamo segnalato l'intervista apparsa su Treddi, portale di grafica 3D, che vedeva protagonista il responsabile d'immagine del Renzo Piano Building Workshop di Parigi.
 
Oltre a descrivere il suo ruolo nel team per i numerosi progetti in corso, Dionysios Tsagkaropoulos  raccontava anche delle collaborazioni esterne, spesso necessarie per rispettare i tempi di consegna di più progetti in tempi ristrettissimi.
 
In questa seconda parte dell'articolo approfondiamo il tema dei rendering creati per Renzo Piano, scoprendo alcuni dei partner esterni menzionati nell'intervista.
 

Il gruppo di cui parliamo oggi è THE BOUNDARY,  diretto da Peter Guthrie e Henry Goss, coadiuvati da un piccolo team di talentuosi archviz artists.
 
Uno dei lavori di renderizzazione per RPBW è stato  l'Eight Seven Park, un complesso residenziale di lusso a ridosso della prestigiosa spiaggia di Miami.
 

 
 
 
 

 

Il dettaglio è la chiave fondamentale di ogni rappresentazione digitale.

 

Non è un caso che nei nostri corsi di Grafica 3D, dedichiamo tanto lavoro alla parte della modellazione, e portiamo ad esempio questi lavori per abituare i futuri esperti di immagini 3D a ragionare di forma-materia-luce anziché ragionare di settaggi di render.

 

SI noti la perizia nella rappresentazione degli ambienti comuni del complesso immobiliare, con gli elementi naturali (verde ed acqua) che dialogano con il costruito e ne esaltano la spazialità e la sensazione di benessere.

 

 

Grande cura dei dettagli è stata riposta anche nella rappresentazione degli spazi interni, con render che esaltano anche nella piccola scala le forme semplici e la sapiente selezione dei materiali impiegati per i vari ambienti.

 

 
 
A questo indirizzo potete ammirare le immagini in piano sequenza e a maggiore risoluzione.
 
Visitate anche  la pagina web di THE BOUNDARY per apprezzare molte altre immagini 3D relative ad altri importanti  progetti d'Architettura. 
 

Ti piacciono articoli come questo?
Supporta con un mi Piace la nostra pagina Facebook.
Aiutaci a crescere per scriverne molti di più e anche postare risorse gratuite utili agli studenti e ai professionisti del 3D.  
GRAZIE!


Chi c’è oggi dietro i render dei progetti di Renzo Piano?

Da pochi giorni è apparsa su Treddi, portale italiano sulla grafica 3D, l'intervista a Dionysios Tsagkaropoulos, responsabile d'immagine nel Renzo Piano Building Workshop di Parigi.
 
 
Abbiamo conosciuto Dionysios al Digital Tech Days di qualche anno fa, quando era titolare della Deltatracing; una società di service impegnata nella realizzazione di  cataloghi digitali di grandi marchi d'arredamento Made in Italy.
 
Ora, forte di un'esperienza mostruosa accumulata negli anni e tentato da sfide più impegnative, Dionysios ha abbandonato la precedente attività e si è unito al gruppo di lavoro di Renzo Piano nel quale si occupa della direzione artistica del reparto immagini di RPBW.

Noi di 3DITA ricordiamo ancora come fosse ieri i suoi illuminanti interventi tenuti durante quegli incontri.

Ricordiamo la qualità del suo lavoro e l'audacia di sperimentare nella produzione reale, soluzioni tecniche di rilievo.

(ndr. Dionysios è stato uno dei pionieri del calcolo delle immagini commerciali con soluzioni GPU-Based).

Consigliamo a tutti gli appassionati d grafica 3D la lettura del suo intervento, con consigli, testimonianze e aneddoti sulla carismatica figura del maestro.

La conversazione infatti offre molti spunti d'interesse riguardo il flusso di lavoro in uno degli studi di progettazione più ambiti del pianeta dai giovani architetti.

Ma fa anche il punto della situazione sulle tecniche e le soluzioni adottate nel RPBW di Parigi per la gestione in contemporanea di più progetti di altissimo profilo.

 
Le lezioni che abbiamo tratto da una delle personalità di maggior rilievo nel campo dell'archviz come Dionysios sono molte.
 
Sono le stesse che cerchiamo di trasmettere nel nostro piccolo a tutti gli allievi dei nostri corsi di grafica 3d, come ad esempio l'approccio rigoroso alla modellazione e il delegare quasi nulla al ritocco con Photoshop.
 
Ma anche la voglia di sperimentare e studiare sempre, senza perdere mai il contatto con il senso delle profondo del progettare che viene necessariamente prima di qualsivoglia immagine.

Infine  il coraggio di cambiare drasticamente prospettiva, quando questo aiuta a portarci a nuovi livelli di consapevolezza nella professione.

 
A Dionysios i nostri migliori auguri per i suoi lavori, a tutti noi altri non ci resta che godere di buoni e delle belle immagini a corredo.
 
 
 

 


Kitchen Island 3D Free Model 3ds Max e Sketchup

Kitchen Island 3D Free Model 3ds Max e Sketchup 

.

Ecco una altra risorsa gratuita da scaricare: un  modello 3d dettagliato per i tuoi render.
Nello zip troverai sia il modello per 3ds Max 2014 e versioni successive, sia quello per Sketchup 2015 e oltre.
I modelli sono anche completi di textures e materiali di Vray pronti per il render.
In più, il modello di 3ds max è già inserito in un SET da Studio con telecamere e luci e se usi lo slider della timeline portandoti dal Frame 1 al Frame 5, troverai anche la versione ad isola aperta, come nel render di anteprima.
Quando lo userai per i tuoi render inviaci i risultati: sarà un piacere pubblicarli sulla nostra pagina Facebook!

 
 


 


38 Free Women Bags PNG

Scarica 38 Free WOMEN's BAGS PNG - Raccolta gratuita di immagini di borse da donna in PNG.

Ecco una altra risorsa gratuita da scaricare, utile per popolare di oggetti i tuoi render di locali commerciali.
Si tratta di 38 immagini di borse da donna con canale di trasparenza.
 


 


37 Free Stylized PNG trees Part2

Scarica 37 Free Stylized PNG trees - Alberi stilizzati in formato PNG - PARTE2

Oggi proponiamo una risorsa gratuita da scaricare, preparate per caratterizare i tuoi lavori di illustrazione grafica.
Si tratta della seconda parte di una raccolta di 74 alberi stilizzati con canale di trasparenza..
 
Trattamenti grafici i più disparati che possono dare quel tocco originale alle impaginazione di un Masterplan piuttosto che di un panovolumetrico di un progetto per esame o concorso.


 


14 Free Stylized PNG trees

Scarica 14 Free Stylized PNG trees - Alberi stilizzati in formato PNG - PROSPETTI

Continua la serie di risorse gratuite da scaricare, preparate per caratterizare i tuoi lavori di illustrazione grafica.
Stavolta la raccolta si completa con una piccola raccolta di 14 alberi in prospeto stilizzati con canale di trasparenza.
 
Utili per dare un tocco personale ai vostri prospetti e per rendere meno piatte e monotone le tavole di un progetto per l'esame o per un concorso.