Sketchup: Disegnare una volta a crociera e una volta a padiglione su pianta irregolare

In questo articolo pubblichiamo 2 brevi videotutorial che spiegano come realizzare una volta a crociera oppure una volta a padiglione su pianta irregolare con Sketchup.
In ciascun video sono illustrati due differenti approcci al problema geometrico.

Infatti, per definizione la volta a padiglione ha le caratteristiche della volta cilindrica.
Ovvero il nome “a padiglione” è riservato alla volta su pianta quadrata ed è generata dall’intersezione allo stesso livello ed ad angolo retto di due volte cilindriche identiche.
Limitando le superfici alle parti comprese fra le linee d’intersezione (asportando il resto) si ottiene la volta a padiglione. Se al contrario si considerano le parti prima asportate, allora si ottiene la volta a crociera.
Seguendo le regole di geometria descrittiva è facile realizzare entrambi le volte regolari grazie alle booleane di Sketchup (Solid Tools).
solid tools sketchup

Nel caso di muri perimetrali a pianta irregolare, invece la regola non vale più perché vengono meno le condizioni di ortogonalità dei semicilindri generatori identici, e se (come nel caso che ti sottoponiamo) per giunta la volta è ribassata, allora si aggiunge all’equazione un’altra variabile.

Per questo abbiamo individuato due possibili tecniche per realizzare entrambe le volte (a padiglione e a crociera) impostate su pianta irregolare.
La prima tecnica procede per approssimazione, mediante la costruzione degli archi che intercettano i punti significativi del perimetro e dell’altezza totale della volta.
Per questa tecnica abbiamo usato uno dei tanti plugin gratuiti disponibili per operazioni complesse su curve 3D, si tratta di  “Curviloft” realizzato da Freedo, lo puoi trovare su Sketchucation a questo indirizzo.
curviloft plugin

Un’altra tecnica prevede la deformazione plastica di una volta regolare affinché si adatti perfettamente ad uana pianta con muri disallineati.
Questa seconda tecnica richiede l’utilizzo di un altro plugin (un modificare FFD) che permette con i suoi punti di controllo di realizzare la deformata della volta regolare di partenza. Il plugin FFD lo scaricate direttamente da QUI

Un altro plugin che abbiamo utilizzato in questi video e utilissimo in tante occasioni è il FreedoScale (un tool con gli “Steroidi” per scalare gli oggetti con molteplici funzioni). Lo trovate QUI
freedo scale

video

volta_a_crociera_post_video

volta_a_crociera_post_video

Ecco il secondo video relativo alla costruzione della volta a padiglione su pianta irregolare e sesto ribassato.

volta_a_padiglione_video

volta_a_padiglione_video

Speriamo che tu abbia trovato utili questi suggerimenti e che abbia scoperto come un problema geometrico possa risolversi con qualunque software, purché si utilizzino gli strumenti giusti.

A presto con i prossimi tutorial!

STAFF 3DITA

Tutorial – Sketchup – Shape Bender Plugin

A volte ottenere forme complesse è più semplice di quanto si creda, guardate il nostro tutorial su Shape Bender per Sketchup per scoprire di più!

Per scaricare Shape Bender clicca qui

Per istruzioni su come installare il plugin, visualizza il nostro tutorial sull’argomento!

Sbizzarritevi a deformare tutto ciò che volete: aspettiamo i vostri commenti e, se volete, alcuni esempi di come avete usato lo strumento!

Come installare i Plugin su Sketchup 2014 e 2015 – Video Tutorial Gratuiti!

Per semplificare la vita ai tanti utenti Sketchup che non riescono più ad aggiungere Plugin al programma, abbiamo preparato due video che mostrano le varie procedure, sia in ambiente Windows che in ambiente Mac.

Installazione Plugin su Windows

Installazione Plugin su Mac

Plugin da scaricare:

Plugin Specchia (Mirror)

Plugin Rettangolo Ruotato

Segnalazione App per iphone e ipad – My Measures

Quest’oggi parliamo di una applicazione per iphone abbastanza cara – costa infatti 4,99 $ – ma di sicura utilità per tutti i professionisti che devono prendere un appunto veloce di alcune misure su un cantiere. My measures infatti fa proprio quello che vedete nella immagine: si scatta la foto e si appuntano le misure dell’oggetto, direttamente sull’oggetto, con la possibilità poi di condividere con colleghi e amici le informazioni.

Per maggiori informazioni: My Measures su Itunes Store

Strumenti per la mappatura UV in Sketchup

Sketchup non è mai stato il programma perfetto per una corretta mappatura di tessiture sulle superfici complesse, e anche se esiste la possibilità di proiettare la tessitura su superfici curve, molto spesso è necessario ricorrere ad altri strumenti per ottenere quello che si vuole.

Due plugin, però, permettono ora di ottenere qualche risultato migliore già all’interno di Sketchup.

Il primo plugin si chiama UV-Tools e permette di realizzare mappature sferiche e cilindriche in modo automatico

Ecco il link per scaricarlo

Il secondo plugin si chiama UV-Toolkit ed è in pratica una evoluzione del precedente plugin, ed offre una vasta quantità di strumenti automatici per la gestione della mappatura in Sketchup.

Ecco il link per scaricarlo ma per farlo funzionare è necessaria una libreria aggiuntiva di funzionamento che potete scaricare da qui

(fonte: Sketchucation)

10 cose che (forse) non sapete di Sketchup

Dopo aver parlato, nel precedente articolo, delle caratteristiche di base nascoste in Google Sketchup, vediamo ora una serie di funzioni più o meno avanzate che non tutti sanno essere presenti nel programma. Con questa lista vogliamo dimostrare, ancora una volta, che non bisognerebbe fermarsi alla prima impressione con il software di Google, ma imparare a conoscerlo prima di classificarlo come un programma “semplice”.

1. Sketchup permette di realizzare fotoinserimenti fotografici.

Forse una delle caratteristiche più nascoste del programma, eppure basta un comando veloce e si hanno a disposizione comandi intuitivi per sistemare la propria vista prospettiva in accordo con una foto scattata.
Basta selezionare il comando “importa” dal menù file, importare una immagine e selezionare l’opzione: “Utilizza come nuova foto abbinata”. Si aprirà una interfaccia simile a quella che vedete nell’immagine sottostante, che vi permette di regolare gli assi prospettici, e la scala di proporzione. Fatto questo, importate oggetti dal Deposito di oggetti 3D di Google, oppure cominciate a modellare in un’altra scena, e tutte le modifiche saranno in accordo con la prospettiva impostata.

2. E’ possibile modellare un oggetto correttamente, direttamente da una foto importata.

Continuando con l’esempio dell’edificio precedente (il Padiglione dell’America Latina alla Mostra d’Oltremare a Napoli), una volta importata la foto, e impostata la corretta prospettiva, è possibile modellare su quella foto, per ottenere un modello 3D molto vicino all’oggetto reale, su cui è possibile “spalmare” le tessiture tratte proprio dalla foto, per aggiungere un ulteriore livello di realismo.

3. E’ possibile animare un percorso

Creando vari punti di vista fissi, grazie alla palette “Scene” che si attiva dal menù finestre, il programma poi passa da una scena all’altra animando il percorso. Da Finestre>”informazioni modello” poi è possibile modificare la durata del passaggio tra una vista e la successiva, permettendo di creare visualizzazioni più o meno fluide.

4. Sezioni

Lo strumento “Sezione” di Sketchup, permette di impostare spaccati ortogonali e assonometrici del modello realizzato, per modellare gli interni di un edificio, ad esempio, oppure per rappresentare l’interno di un progetto in maniera efficace e, perché no, accattivante. Non basta: intersecando il piano di sezione con il modello, si ottengono tagli obliqui sulle superfici. Ecco che lo strumento sezione diventa anche un grande alleato nella modellazione avanzata.

5. Animare Sezioni e Ombre

Nella palette “Scene” è possibile selezionare quali aspetti di una particolare vista saranno memorizzati e quindi verranno ripristinati quando si torna a tale vista. Ad esempio una vista può essere impostata senza ombre, oppure tra due viste posso impostare un orario differente per vedere come varia l’andamento dell’ombreggiatura, in base alle aperture inserite nel progetto.
Se poi tra due scene diverse si attivano due piani di sezione diversi, si otterrà un piano di sezione animato che costruisce o cancella completamente il modello.

6. Geo referenziamento

Con Sketchup 7, è possibile ottenere il georeferenziamento del modello prodotto, inserendo la località  dove si sta lavorando. Questo permette poi di esportare il proprio progetto su Google Earth, ad esempio, oppure realizzare un corretto studio della luce solare, magari animando l’andamento delle ombre.
Per trovare tutte le opzioni, aprite Finestre>Informazioni modello e spostatevi sulla scheda “Posizione”
In più il georeferenziamento permette di inserire automaticamente il modello di un edificio esistente su Google Earth.

7. Texture di un edificio da Google Maps

Nascosta (in effetti fin troppo) nel menù contestuale di Sketchup, esiste una funzione potentissima che permette di realizzare un contesto urbano usando le foto dei palazzi di una strada, raccolte direttamente da Street View. In questo modo il progetto è inserito correttamente nell’ambiente cui è destinato, e si può controllare in tempo reale se i materiali scelti sono compatibili con il contesto.

8. Schizzi a mano libera

La finestra “Stili” nasconde molte più modalità di rappresentazione di quelle che pensate. Quando dovete fare una rapida rappresentazione di un modello, per dare un impatto particolare, questi stili sono molto utili.
Provare per credere:

9. Prove fisiche


Non l’ho mai provato personalmente, perché nel mio lavoro non mi serve, ma esiste un plugin chiamato SketchyPhysics, che fa interagire gli oggetti di sketchup tra di loro, simulando la forza di gravità, e le collisioni tra elementi. In questo modo è possibile simulare la caduta di una palla lungo un percorso modellato, e tante altre cose.

Se la cosa vi interessa, ecco i riferimenti che vi servono, e qualche filmato esplicativo, preso da youtube.

http://code.google.com/p/sketchyphysics2/wiki/NewFeatures

http://www.youtube.com/watch?v=pj5ctdJbqRk

http://www.youtube.com/watch?v=xPznYr-QLtI

10. Disegnare livelli di Videogiochi 3D


Esiste un esportatore da Sketchup al gioco 3D “Left 4 Dead”. Con piccole accortezze, si può esportare un progetto da Sketchup e poi esplorarlo interattivamente in prima persona nell’ambiente di gioco.
Per chi volesse approfondire l’argomento, ecco i riferimenti necessari:

http://digitalurban.blogspot.com/2009/06/sketchup-import-into-left-4-dead-engine.html

http://www.l4d.com/blog/post.php?id=2510


Ti è piaciuto questo articolo?

Prenditi due minuti per dirci cosa ne pensi nei commenti, oppure visita la Pagina Ufficiale di 3dita su Facebook e supportaci con un “Mi piace!”

Video – Simulare il terreno con lo strumento Sabbiera di Sketchup

Questo è un video di approfondimento su Sketchup, tratto dalle lezioni tenute da 3dita.

Leggi le informazioni sui corsi organizzati da 3dita

Grazie a una estensione di Sketchup, chiamata lo strumento Sabbiera, è possibile generare l’andamento orografico di un terreno, importando le curve di livello da una planimetria di Autocad.

Per visualizzare il filmato è necessario avere Quicktime istallato sul proprio computer.


Hai trovato utile questo video?

Visita la Pagina Ufficiale di 3dita su Facebook e supportaci con un “Mi piace!”

Video – Alleggerire i file di Sketchup – Seconda Parte

Questo è un video di approfondimento su Sketchup, tratto dalle lezioni tenute da 3dita.

Leggi le informazioni sui corsi organizzati da 3dita

Uno dei più grandi limiti di SketchUp consiste nel fatto che i file prodotti sono spesso di grandi dimensioni, anche quando si lavora su progetti di medie dimensioni. Nella seconda parte di questo approfondimento, vi mostro quali accorgimenti si possono prendere nella modellazione, per tenere basso il peso del file di Sketchup.

Per visualizzare il filmato è necessario avere Quicktime istallato sul proprio computer.

Ti è piaciuto questo articolo?

Visita la Pagina Ufficiale di 3dita su Facebook e supportaci con un “Mi piace!”

Video – Alleggerire i file di Sketchup – Prima Parte

Questo è un video di approfondimento su Sketchup, tratto dalle lezioni tenute da 3dita.
Scopri perché 3dita sceglie Sketchup per il suo lavoro
Leggi le informazioni sui corsi organizzati da 3dita

Uno dei più grandi limiti di SketchUp consiste nel fatto che i file prodotti sono spesso di grandi dimensioni, anche quando si lavora su progetti di medie dimensioni. In una serie di due video che pubblicherò a breve, voglio mostrarvi i settaggi e le tecniche più efficaci per tenere bassa la dimensione file della modellazione in Sketchup

Per visualizzare il filmato è necessario avere Quicktime istallato sul proprio computer.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Visita la Pagina Ufficiale di 3dita su Facebook e supportaci con un “Mi piace!”